“Il Barbiere di Siviglia” emoziona Cento

Cento ( di Mariarita Atti)  Dopo l’Aida e il Trovatore, il  Castello della Rocca ritorna a stupire la nostra città regalando emozioni uniche. Il primo spettacolo della rassegna lirica “Rocca opera festival”,  presentato il 12 giugno, è stato un autentico successo: la magia dell’ imponente Rocca di Cento, valorizzata  da suggestivi giochi di luce e colori, ha costituito la cornice naturale per  una delle opere più rappresentate  al mondo, “Il Barbiere di Siviglia” di Gioacchino Rossini.

_MG_1809

Interamente prodotta dalla Fondazione Teatro G. Borgatti e dal Comune di Cento (in sinergia con il Teatro Superga del Comune di Nichelino), l’opera, firmata dal regista Alfonso De Filippis,  ha visto la partecipazione di un cast di artisti, con brillanti carriere da solisti:  il mezzosprano Olesya Berman ( Rosina), il tenore Ricardo Mirabelli  (Conte d’Almaviva), il basso baritono Alberto Lanzoni Bianchi ( Don Bartolo), il basso Carlo Tallone ( Don Basilio), il baritono Christian Starinieri (Figaro), il soprano Barbara Favali ( Berta) ed il basso Lorenzo Malagola Barbieri ( Fiorello/Ufficiale).

Il Coro “Punto Coronato” ha accompagnato le voci soliste, unitamente all’orchestra Filarmonica delle Terre Verdiane diretta da Stefano Giaroli.

I costumi di scena (  “Arte Scenica” – Reggio Emilia) hanno contribuito ad enfatizzare la magia dell’opera e della scenografia. _MG_1513

L’Assessore alla Cultura e Turismo di Cento,  Avv. Claudia Tassinari ed il giornalista/ attore Bruno Gambarotta  ( che ha interpretato la  parte del Notaro)   hanno presentato  ed introdotto l’opera, condividendo con il pubblico anche alcuni aneddoti storici  e curiosi riferiti alle prime rappresentazioni,

La suggestiva location  ha ispirato lo scenografo Fulvio Massa a realizzare un allestimento che  ha valorizzato la bellezza architettonica della Rocca trecentesca  e supportato la trama operistica: l’ampia area antistante è stata trasformata in un esteso e dinamico  spazio scenico con richiami ai differenti luoghi in cui si svolge la storia. L’opera briosa Rossiniana è stata molto apprezzata ed applaudita dal numeroso e variegato pubblico che ha partecipato, divertendosi, a questa prima serata della rassegna estiva.

_MG_1503

Molti gli sponsor locali che hanno sostenuto la manifestazione:  da CMV Energia, alla Cassa di Risparmio Spa, da Baltur tecnologie per il clima spa, a  Fava impianti per pastifici spa,  Copma service team, L’accento Promotion e Salani Pianoforti.

 

_MG_1589

Grande fermento anche per i prossimi eventi in programma: Il concorso Lirico, dedicato al Borgatti, al quale seguirà il concerto del 20 luglio, con esibizione dei finalisti.

Il 15 settembre verrà poi presentata la prima della “Tosca”, una produzione messa in scena completamente a Cento.

 

 

 

Condividi questo articolo

Post Comment