Cassa d’espansione a Sala Bolognese, un Reno più sicuro?

lavori-cassa-espansione1Sala Bolognese, 16/10/2013 – Con i lavori di idraulica civile che si stanno effettuando nella zona del Bagnetto, nei comuni di Castello d’Argile e Sala Bolognese, a ridosso del comune di Cento, il fiume Reno dovrebbe far dormire sonni più sereni ai centesi.

Questi lavori consentiranno di creare un invaso artificiale, più comunemente chiamato cassa d’espansione. L’invaso consentirà di alleggerire la portata d’acqua del fiume Reno in caso di piene eccezionali.

Da alcune settimane è partito il primo stralcio del mega progetto voluto dalla regione Emilia Romagna e il costo si aggirerebbe sui tre milioni di euro circa. Per vedere l’opera finita serviranno alcuni anni, ma al momento qualcosa si è  mosso verso una più concreta sicurezza del fiume Reno che, nel tratto centese, lascia parecchio perplessi riguardo la cura del suo greto.

di Marco Rabboni

Condividi questo articolo

3 Commenti - Scrivi un commento

  1. “LA CURA DEL SUO GRETO” … bella frase … che porta subito a pensare se non sarebbe opportuno che “chi di dovere” si prendesse carico di ripulire adeguatamente l’ area che vi è fra i “nostri due ponti” … in special modo l’ area che circonda la “ex colonia estiva centese” visto il VITUPERIO che la circonda e che da molti è pensato come un freno ad una eventuale piena.
    Se poi il fiume dovesse proprio rompere lì … in caso di piena … siamo sicuri che si sarebbe trattato solo di “un caso” … o non sarebbe opportuno precedentemente ripulirsi la coscienza e l’ area e sentirsi l’ animo in pace per aver precedentemente fatto “tutto il necessario?

    Reply
  2. allora spiegare solo questo nn serve ma…….si puo ricorrere ad altre cose se no in è un sito inutile.

    Asia Bigoni

    Reply
  3. Asia non ho capito spiegati meglio !

    Reply

Rispondi a luciano Annulla risposta