FERRARA, DAL COMANDO PROVINCIALE DUE ARRESTI: UNO A PORTOMAGGIORE E CENTO

FERRARA, DAL COMANDO PROVINCIALE DUE ARRESTI:  UNO A PORTOMAGGIORE E CENTO

FERRARA 15/03/19  – ( LA REDAZIONE) DAL COMANDO PROVINCIALE DEI CARABINIERI DUE ARRESTI: UNO A PORTOMAGGIORE L’ALTRO A CENTO  PORTOMAGGIORE I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Portomaggiore nella giornata di ieri hanno tratto in arresto, per il reato di “false dichiarazioni a Pubblico Ufficiale sulla propria identità personale”: Z.S., classe 1981, italiano residente ad Ostellato, pregiudicato, perché sottoposto ad un controllo alla guida di una autovettura, consapevole di essere senza patente poiché ritirata e mai più restituita, forniva ai militari operanti le generalità del fratello al fine eludere il controllo stradale ed evitare la relativa sanzione. L’arrestato, espletate le formalità di rito, veniva rimesso in libertà ai sensi dell’art. 121 delle norme di attuazione del c.p.p., così come disposto dalla Autorità Giudiziaria ferrarese. Lo stesso giorno, nel contesto di servizi di controllo del territorio svolti prevalentemente in orario notturno, sempre i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Portomaggiore hanno: denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Ferrara un ragazzo italiano, 34enne, per guida in stato di ebrezza alcolica poiché trovato alla guida con un tasso alcolemico di 1,70, cui è stata inoltre ritirata la patente di guida e sequestrato il veicolo; sottoposto a sequestro amministrativo un’auto di grossa cilindrata con targa straniera (polacca), poiché condotta da uno straniero (cittadino ucraino) avente la residenza in Italia da quasi 5 anni; l’autovettura potrà essere restituita al proprietario solo dopo il pagamento di una sanzione e la sua immatricolazione in Italia. Tale ultima sanzione scaturisce dalle recenti modifiche al Codice della Strada (art.93) che prevede, tra le altre, che qualsiasi persona con residenza in Italia da almeno 60 gg non può guidare veicoli con targa straniera (fatte salve alcune eccezione come ad esempio i veicoli concessi in locazione senza conducente da parte di un'impresa) e che le stesse debbano in tal caso essere immatricolate in Italia. Sono già una dozzina i casi di applicazione della nuova norma da parte dei Carabinieri di Portomaggiore dalla sua entrata in vigore. CENTO Nel corso della serata di ieri a Bondeno i militari del locale Comando Stazione Carabinieri hanno tratto in arresto, nella flagranza del reato di “violenza, minaccia e resistenza a Pubblico Ufficiale”: B.E., nato in Marocco nel 1984, in Italia senza fissa dimora, pregiudicato. I militari operanti, a seguito di una segnalazione pervenuta sul numero di Pronto Intervento 112, si recavano presso il supermercato “Migross” di via Virgiliana ove era stata segnalata la presenza di una persona molesta. Condotto in caserma l’uomo, durante le operazioni di identificazione, dava anche lì in escandescenza colpendo inoltre con calci e pugni i militari operanti, uno dei quali riportava lievi lesioni personali. Lo straniero veniva quindi arrestato e trattenuto presso una camera di sicurezza in attesa del processo con rito direttissimo.

CONTROLLI

Condividi questo articolo

Post Comment